Parker 51 Aerometric - Sostituzione del Tubetto

Da FountainPen.

Smontando il gruppo alimentazione di una Parker 51 Aerometric, a volte può accadere che il tubetto metallico del gruppo di alimentazione (pennino, alimentatore e collettore) possa presentarsi piegato come in fig. 1. In questo caso, anche se il tubetto potrebbe sembrare solamente storto, quasi certamente raddrizzandolo finirà con lo spaccarsi definitivamente. In questa pagina vedremo come rimediare a questa situazione.

Fig. 1 - confronto delle condizioni

Prima di tutto cominciamo a precisare che non tutte le Parker 51 aerometric presentano il tubetto metallico in argento (sterling silver), ma solo i primi modelli. In seguito fu sostituito da tubetti in plastica. A cosa serve e perché è importante sostituirlo?

La funzione del breather tube (traducibile in tubetto di sfiato o sfiatatoio) è quella di comportarsi come "tubetto equalizzatore di pressione" secondo quanto scritto nel brevetto originale (nº US-2612867). In pratica l'aria intrappolata nel serbatoio veniva espulsa (sfiatata) verso l'esterno attraverso un piccolo foro nella parete laterale del tubo di sfiato. Quindi, secondo le pubblicità dell'epoca, la Parker 51 poteva "volare" senza problemi fino a 25.000 piedi (circa 7.620 m).

I primi tubetti erano in argento poiché il materiale presentava una elevata caratteristica bagnante ed una bassa tendenza a formare una pellicola (di inchiostro) sopra il foro di sfiato stesso. Il motivo per il quale questo tubetto deve essere ripristinato, oltre a "completare" la penna, ha un carattere decisamente funzionale per consentire una corretta (e buona) ricarica con la classica formula "press rubber bar firmly 4 times holding ... etc." incisa sul sulla parte metallica del serbatoio.[1]

Togliere il residuo di tubetto dall'alimentatore

Fig. 2 - tubetto rotto nell'alimentatore (feed)

Per togliere il residuo di tubetto dall'alimentatore (vedi fig. 2), avremo bisogno di una punta da trapano con diametro 1 mm. Dovremo cercare di "avvitarla" a mano nel pezzo di tubetto inserito nella plastica dell'alimentatore come illustrato nella fig. 3. Come sempre è una operazione da fare con molta delicatezza e senza fretta alcuna.

Fig. 3 - inserimento punta nel tubetto

Cerchiamo di fare avanzare la punta all'interno del tubetto di 3 o 4 mm per garantirci una buona tenuta meccanica. Non appena abbiamo la sensazione che sia saldamente aggrappata al residuo, possiamo passare alla seconda fase: il riscaldamento, come illustrato in fig. 4.

Fig. 4 - riscaldamento della punta

Con un accendino, scaldiamo la punta del trapano inserita nel tubetto, facendo attenzione a non avvicinarci troppo all'alimentatore (feed) per non danneggiarlo. Il tempo di "riscaldamento" è lasciato alla Vostra sensibilità. Direi che una decina di secondi dovrebbero bastare. In ogni caso meglio arrivare al risultato per iterazioni successive che danneggiare i pezzi al primo tentativo. Dopo una decina di secondi, tenendo da una parte l'alimentatore (feed) e dall'altra, (usando una pinza per non scottarvi le dita), la punta riscaldata e provate a tirare. Se i tempi sono stati corretti, il vostro pezzo di tubetto (breather tube) dovrebbe uscire come in fig. 5.

Fig. 5 - tubetto estratto

Misure del tubetto (feed)

Adesso che abbiamo provveduto a "liberare" l'alimentatore (feed), possiamo concentrarci sulla sostituzione del "breather tube". Abbiamo due possibilità: la prima è quella di cercare in rete dei ricambi adatti per la nostra 51 (per esempio possiamo guardare qui: http://forum.fountainpen.it/viewtopic.php?f=12&t=1861), la seconda possibilità, è quella di "costruirci" un tubetto alternativo.

Fig. 6 - tubetti plastici

I tubetti più comuni da reperire sono quelli plastici (vedi fig. 6). Quelli di dimensioni più piccole si possono trovare nelle confezioni di profumi e/o campioncini. Tubetti più grandi si possono recuperare dai dispenser di saponi e detersivi ecc. Se vi capita, ed avete lo spazio, teneteli da parte. Come in questo caso, possono tornarvi utili.

Per trovare un tubetto adatto, prima dobbiamo determinare le misure del tubetto originale: lunghezza, diametro esterno e diametro interno. Il diametro interno già lo conosciamo per avere inserito la punta da 1 mm, quindi possiamo supporre ragionevolmente che sia di circa 0,8 - 1 mm max (vedi fig. 7).

Fig. 7 - diametro punta/interno tubetto

Per quanto riguarda la lunghezza ed il diametro, ci riferiremo alle dimensioni del tubetto che dovremo sostituire, come in fig. 8 e 9.

La lunghezza originale del nostro tubetto, contando anche la parte distaccata è di circa 70 mm. Considerate che un paio di millimetri in più od in meno non cambieranno sensibilmente la capacità di ricarica della nostra 51. Il diametro esterno è di 1,27 mm pari a 0,050 pollici (1,27/25,4). Quindi cercheremo un tubetto che si avvicini a queste caratteristiche dimensionali. Naturalmente trovare un tubetto con un diametro pari a 1,27 mm non è così agevole, per cui dovremo cercarne uno di dimensioni leggermente superiori (vedi fig. 10)

Fig. 10 - esempio di tubetto sostitivo

Naturalmente un tubetto con diametro maggiore richiederà un lavoro di adattamento, quindi perché non usare un tubetto con diametro inferiore, oppure non allargare il foro dell'alimentatore (feed)? Perché nel primo caso non garantiremmo la tenuta dello stesso nella sede dell'alimentatore; ed incollandolo ci precluderemmo la possibilità di una suo eventuale smontaggio. Nel secondo caso allargando il foro dell'alimentatore, rovineremmo il pezzo originale, ed anche in questo caso ci precluderemmo la possibilità di sostituire il nostro tubetto di fortuna con un eventuale ricambio. Quindi la soluzione meno invasiva è quella di ridurre il diametro del tubetto a circa 1,3 mm come in fig. 11.

Fig. 11 - adattamento diametro tubetto

Ridurre il diametro per un tratto di circa 4-5 mm non è proprio agevole, ma con tanta pazienza e carta vetro è fattibile. Ovviamente, se avrete la fortuna di trovare un tubetto che entra leggermente forzato nella sede... non dovrete fare nulla. Quando il tubetto entrerà leggermente forzato nella sede dell'alimentatore e resterà saldamente in sede, potrete pensare a fare il foro di compensazione. Tale foro è situato a circa 6-8 mm dall'alimentatore (feed), come si può vedere in fig. 12.

Una volta segnata la posizione, potete forare il tubetto. Come si può vedere in fig. 13, ho provveduto a fare un piccolo preforo con un filo di rame arroventato, e poi ho rifinito con una punta da trapano. L'ottimale sarebbe una punta Ø 0,8mm, ma se ci sono delle difficoltà di reperimento, anche una punta Ø 1mm può andare bene.

Conclusione

Una volta eseguito il foro di compensazione, e dopo aver controllato che sia privo di sfridi, potrete tappare il foro con un dito e soffiare nel tubetto. L'aria dovrebbe uscire liberamente dal foro dell'alimentatore. Analogamente, spostando il dito dal foro di compensazione al foro dell'alimentatore (feed) e soffiando, l'aria dovrebbe uscire liberamente dal foro di compensazione. Fatta questa verifica potrete rimontare il gruppo come in fig. 14 e seguendo le indicazioni della pagina "Smontare_Parker_51_Aerometric" finire di rimontare la vostra Parker 51.

Fig. 14 - rimontaggio tubetto

Note

  1. Per la descrizione dei principi di funzionamento, si veda la prima parte del brevetto citato (nº US-2612867).