Spazzole per lucidare

Da FountainPen.
Spazzola e pasta di rifinitura

Benché si possa ricorrere a diverse alternative in termini di paste lucidanti, la soluzione più "professionale" relativa alla lucidatura e pulitura delle superfici esterne delle penne è quella dell'uso (per una trattazione dello stesso si consulti questa pagina) di un set di spazzole lucidanti (con relative cere) che consentono di eseguire velocemente una pulizia profonda ed una lucidatura in genere migliore rispetto alle alternative manuali.

Pasta di sgrossamento e legenda relativa

La soluzione comunque è la migliore solo in teoria, in pratica lo è soltanto in alcuni casi, occorre infatti tenere presente che questo tipo di lucidatura può essere significativamente abrasivo, per cui è il caso di evitarlo sempre quando si ha a che far con superfici delicate. E la maggiore rapidità di lavorazione significa anche la stessa rapidità nel fare danni. In particolare è estremamente facile "pulire via" le dorature e le cromature dei pennini, o far sparire ogni traccia residua delle stampigliature presenti su una penna.

Questa lavorazione invece è ottima per lucidare parti in metallo come le clip (sempre che non ci siano problemi di dorature) o penne dal corpo o dal cappuccio lisci, o in cui le stampigliature o le parti delicate siano adeguatamente protette.

Le spazzole per lucidare vengono usate in genere dai gioiellieri, ed esistono diversi tipi di spazzole e diverse paste cerate abrasive fornite in lingotti, da usare con le spazzole. In particolare si usa in genere una pasta più abrasiva (in quelle illustrate nelle figura di questa pagina quella gialla) per effettuare lo sgrossamento ed una pasta meno abrasiva per effettuare la rifinitura finale.