Open main menu

FountainPen β

Columbus 13x

Una Columbus 134 blu

Storia

La serie 130, venne introdotta dalla Columbus come nuovo modello di punta nel 1946[1] alla ripresa della produzione dalla fabbrica di Via Lamarmora a Milano. La nuova penna era il risultato una totale rivoluzione stilistica rispetto alla produzione dell'anteguerra, e si nota la sua chiara ispirazione alla Skyline della Eversharp e l'adesione ai nuovi canoni stilistici che richiedevano forme stondate.

Nonostante la somiglianza della clip e del cappuccio sia evidente non si può però considerare la serie 130 una semplice imitazione, dimostrando, grazie anche alle decorazioni sul fondello, uno stile del tutto originale. La penna, rimasta in produzione fino alla fine degli anni '50,[2] rappresenta probabilmente il modello più significativo prodotto dalla Columbus nell'intero dopoguerra.

Caratteristiche tecniche

 
Cappuccio di una Columbus 134

La serie 130 non presenta particolari innovazioni tecniche, adottando un ordinario caricamento a levetta ed un cappuccio con chiusura a vite. E' invece piuttosto interessante il montaggio della clip, che imita lo stile adottato dalla Eversharp per la Skyline, sia pure con una realizzazione diversa.

Materiali

Le penne di questa serie erano realizzate in celluloide tornita dal pieno, con finiture e fermaglio in metallo laminato oro e pennino in oro a 14 carati.

Sistema di riempimento

I modelli di questa serie erano equipaggiati con il caricamento a levetta, anche se esiste una versione a stantuffo, la cui produzione venne quasi abbandonata molto presto.

Versioni

 
Particolare dell'iscrizione di una Columbus 132

Le penne di questa serie vennero prodotte in tre diverse dimensioni, identificate rispettivamente dagli identificativi numerici 134 (grande), 132 (media) e 130 (piccola). Viene citato anche un modello con caricamento a stantuffo identificato dal numero 140,[3] ma in questa brochure vengono mostrate due penne, numerate 126 e 128, di dimensioni corrispondenti rispettivamente alla 132 e 134, dotate di un non meglio precisato caricamento a pressione mentre nell'altra pagina della stessa viene mostrata una Columbus Extra 140 che però è un modello a stantuffo con pennino carenato che non ha nulla a che fare con la serie 130; non è chiaro se si tratti di una ulteriore variante o di un semplice errore di identificazione. A ciascuna misura poteva essere associata una matita meccanica corrispondente.

Le penne di questa serie sono caratterizzate da una originale clip con una forma simile a quella utilizzata dalla Eversharp per la Skyline, che riporta la dicitura Columbus incisa verticalmente. Le somiglianze con la Skyline si fermano però alla clip, il corpo infatti mantiene le stesse forme affusolate del cappuccio dando alla penna una forma simmetrica, nettamente diversa da quella di una Skyline.

Le penne riportano inoltre sul corpo, all'altezza della levetta l'iscrizione Columbus Extra 13x in caratteri corsivi (dove "x" sta per la cifra che indica la dimensione della penna), sopra il riferimento al marchio depositato indicato dalla iscrizione DEP 23247.

Colori

Le penne di questa serie vennero prodotte in celluloide tornita dal pieno in 12 diverse colorazioni marmorizzate o venate.

Pennini

Le penne di questa serie utilizzavano pennini in oro di produzione italiana (per i dettagli sulle iscrizioni e la numerazione si consulti la pagina riassuntiva sui pennini Columbus); in particolare, come risulta dalla tabella stampata su questo listino, sulla 130 era montato il pennino n. 22, sulla 132 (e la equivalente 126) era montato il pennino n. 152 e sulla 134 (e la equivalente 128) era montato il pennino n. 154.

Misure

Nella tabella seguente sono riportate le misure relative alla diverse varianti del modello, sia per quanto riguarda le lunghezze che il peso. I diametri per fusto e cappuccio sono misurati sul loro valore massimo, la sezione invece sul punto di presa, ed il diametro è quindi una indicazione approssimata. I pesi sono a penna scarica (o senza cartucce).

Versione Lunghezza Altre misure: lunghezze, diametri, pesi
130 12 cm Lunghezze: 10,5 fusto and 6 cm cappuccio. Diametri: 1,1 cm fusto and 1,27 cm cappuccio.
132 13 cm Lunghezze: 11,5 cm fusto and 6 cm cappuccio. Diametri: 1,2 cm fusto and 1,37 cm cappuccio.
134 14,5 cm Lunghezze: 12,5 cm fusto and 6,8 cm cappuccio. Diametri: 1,32 cm fusto and 1,52 cm cappuccio.

Riepilogo dati ed informazioni

Tutti i dati e le informazioni disponibili per le penne trattate in questa pagina sono elencate di seguito.

Cronologia

Anno Avvenimento
1946 l'azienda introduce le Columbus 13x (o 1948[1])
1946 l'azienda riavvia la produzione dalla fabbrica di Milano
1951 l'azienda sposta la sede da via Lamarmora a via Trebbia
1955 l'azienda passa la produzione completamente ai modelli in plastica (data indicativa, sta per la metà degli anni '50)

Riferimenti esterni

Note

  1. 1,0 1,1 sulla sezione storica del sito dell'azienda viene citata questa data, ma altri (come Letizia Jacopini in La Storia della Stilografica in Italia 1900-1950) riportano il 1948, limite inferiore dato da questa fattura.
  2. si è assunta come data di dismissione, ai soli fini della gestione cronologica, il 1959, ma la scelta è assolutamente arbitraria e non ha nessun riferimento fattuale.
  3. questo è quanto riportato sul libro di Letizia Jacopini.

Materiale disponibile