Altri produttori minori

Da FountainPen.

Maruzen

La Maruzen nasce in Giappone nel 1869 come ditta di importazione, importando varie merci dall'Europa, ed in particolare entra sul mercato delle penne come rivenditore giapponese della Onoto. Ma nello sforzo di coprire anche la fascia più bassa del mercato, nel 1915 iniziò l'assemblaggio di una sua linea di penne, chiamata Orion.

Riferimenti esterni

Morison

La Morison venne fondata nel 1918 da Torajirou Tanigawa con il nome di Kikaku Pen Company. La ditta produsse inizialmente penne in ebanite cesellata con un buon successo nei paesi asiatici. Nel 1933 l'azienda cambiò nome in Morison (da non confondere con l'americana Morrison, come talvolta avviene) per motivi prettamente commerciali, dato che a quel tempo le penne americane ed inglesi avevano una maggiore considerazione sul mercato giapponese.

Durante la guerra gli impianti dell'azienda vennero convertiti ai fini bellici per la produzione di munizioni, diventando un ghiotto bersaglio militare. Gli impianti vennero completamente distrutti dai bombardamenti americani, ma dopo la guerra la compagnia venne ricostruita mantenendo lo stesso nome.

Benché la Morison non sia mai stato uno dei grandi produttori giapponesi, e non si sia distinta per particolari innovazioni stilistiche o tecniche, le sue penne sono sempre state di alta qualità, e l'azienda è tutt'ora presente sul mercato, anche se solo per la produzione di penne a sfera e materiale da ufficio.

Riferimenti esterni

  • nessuno, per ora

SSS

La SSS Pen Company, nacque nel 1909 quando Asashiro Hosonuma aprì una gioielleria. La produzione di penne iniziò però nel 1911, ma già l'azienda produceva pennini d'oro come pezzi di ricambio. Questo la rende uno dei primi produttori storici di penne stilografiche del Giappone. Le tre "S" del nome dell'azienda sarebbero le iniziali delle tre parole Sun, Sea, Star, ma la ditta è nota anche come San-essu (che in giapponese significa appunto tre "S").

I primi modelli erano in ebanite con alimentatore superiore, molto simili alle Onoto dello stesso periodo. Lo slogan adottato dall'azienda era: The Finest Pen in the Orient.

Fino agli anni '30 la SSS era uno dei principali produttori giapponesi, ma dopo la seconda guerra mondiale, pur riuscendo a sopravvivere, subì un progressivo declino restando sempre più indietro rispetto agli altri produttori, per chiudere definitivamente le attività alla fine degli anni '50.

Riferimenti esterni

  • nessuno, per ora