Leverfil

From FountainPen
Jump to: navigation, search

Storia

Una Leverfil 56

Il modello Leverfil venne introdotto dalla Stephens nel 1940,[1] per poter fornire, di fronte alle difficoltà causate dalla guerra, una penna che avesse costi di produzione più bassi, passando all'ordinario caricamento a levetta.

Non è nota una data di terminazione precisa, assumeremo il 1945, facendo riferimento alla fine della guerra, ma l'assunzione è totalmente arbitraria, senza alcun riscontro fattuale ed eseguita ai soli fini della gestione della cronologia.

Caratteristiche tecniche

La penna non è dotata di caratteristiche tecniche particolari ed adotta un ordinario caricamento a levetta, ma è ben costruita come tutta la produzione della Lang. Il cappuccio è con chiusura a vite ed il fermaglio è con montaggio ad anello.

Materiali

Nonostante si trattasse di una produzione più economica le penne erano realizzate sia in celluloide che in ebanite di buona qualità. I pennini erano in oro a 14 carati ed il fermaglio e le verette in ottone dorato.

Sistema di riempimento

La caratteristica distintiva della penna rispetto alla precedente produzione della Stephens, riflessa anche nel nome ad essa assegnato, è l'uso del caricamento a levetta, che pur essendo di buona qualità, non presenta nessuna caratteristica tecnica particolare.

Versioni

Una Leverfil 106

La penna venne prodotta in diverse versioni identificate da un codice numerico (anche in questo caso presumibilmente corrispondente al prezzo). Sono note, analoghe a quelle presenti per il precedente modello Self Filler, le No. 106 e No. 56.

Colori

Vennero prodotte sia penne in ebanite nera che penne in celluloide colorata. Non è noto un elenco di colori.

Pennini

I pennini erano in oro 14 carati e sono presenti sia in versione marchiata in stampatello con le scritte "Stephens'", "Warranted", "14-CT" disposte su righe distinte, con aggiunto in basso il numero della penna, sia in versioni "anonime" caratterizzate dalla stampigliatura "Warranted", 14 Ct, 1ST, "Quality" nella tipica disposizione usata dalla Lang per i suoi pennini, in cui "Warranted" e "Quality" sono disposti a formare un cerchio contenente le altre stampigliature. Il foro di areazione è a forma di cuore.

Misure

Nella tabella seguente sono riportate le misure relative alla diverse varianti del modello, sia per quanto riguarda le lunghezze che il peso. I diametri per fusto e cappuccio sono misurati sul loro valore massimo, la sezione invece sul punto di presa, ed il diametro è quindi una indicazione approssimata. I pesi sono a penna scarica (o senza cartucce).

Versione Lunghezza Altre misure: lunghezze, diametri, pesi
106 13,0 cm Lunghezze: 5,7 cm cappuccio and 15,1 cm calzata. Diametri: 12,1 mm fusto; 13,8 mm cappuccio and 8,0 mm sezione. Peso: 15 g; 10g fusto and 5g cappuccio.
56 12,4 cm Lunghezze: 14,3 cm calzata. Diametri: 11,4 mm fusto; 12,8 mm cappuccio and 8,5 mm sezione. Peso: 16 g; 10g fusto and 5g cappuccio.

Riepilogo delle informazioni disponibili

Si riportano di seguito le informazioni raccolte in riferimento ai modelli trattati in questa pagina, a partire dai dati di cronologia, i riferimenti trovati sul web ed il materiale (foto, pubblicità, documenti) disponibile al riguardo.

Cronologia

Anno Avvenimento
1940 l'azienda introduce le Leverfil

Riferimenti esterni

  • [1] Una dettagliata timeline dell'azienda
  • [2] Presentazione sul forum di una Leverfil 56

Note

  1. la data viene riportata in questa dettagliata cronologia.

Materiale disponibile