Cronologia

Da FountainPen.

Si sono riassunti in questa pagina i principali avvenimenti (introduzione di nuovi modelli o dismissione di quelli vecchi, creazione di innovazioni tecniche, variazioni effettuate sulle caratteristiche dei modelli, realizzazioni di nuovi materiali, ecc.) verificatisi anno per anno nel corso della storia della penna stilografica, così che questa possa fare da riferimento cronologico dell'evoluzione subita da questo strumento di scrittura. Si sono altresì inserite informazioni cronologiche relative ad aziende o avvenimenti comunque strettamente correlati alla storia della stilografica.

Le date qui riportate sono talvolta controverse, e le eventuali alternative sono, quando note, state riportate, ma i dettagli relativi alle controversie si possono trovare solo nelle pagine relative a marche e modelli. Si tenga presente inoltre che le informazioni riguardo la cessazione di caratteristiche o modelli sono sempre approssimate ed indicative, in quanto queste possono essere scomparse dalla produzione o dai cataloghi, ma rimaste presenti su penne vendute sul mercato anche negli anni successivi. La cronologia è poco dettagliata e sostanzialmente non mantenuta dopo gli anni '60, per lo scarso interesse, sia storico che di chi scrive, relativo alle penne prodotte dopo tale data.

1761

  • Kaspar Faber inizia la produzione di matite a Stein, è l'origine della Faber-Castell

1770

  • Nisbet Macniven fonda una fabbrica a Balerno, è l'origine della Cameron

1788

  • P. C. Lambertye inizia una attività di produzione di acquarelli, è l'origine della Paillard

1790

  • la Hardtmuth viene fondata da Joseph Hardtmudt a Vienna

1795

  • la Conté viene fondata da Nicolas-Jacques Conté come Société Conté

1813

  • Thomas De La Rue inizia le sue attività a Guernsey, è l'origine della Onoto

1818

  • William S. Hicks inizia[1]le sue attività, è l'origine della Hicks

1827

  • Petrache Poenaru ottiene quello che sembra essere il primo brevetto per una stilografica

1832

  • Carl Hornemann fonda[2]una fabbrica di vernici, è l'origine della Pelikan

1835

  • Johann Sebastian Staedtler fonda la sua fabbrica di matite a Nuremberg, è l'origine della Staedtler

1838

  • stampato il primo catalogo della Hornemann's Paint and Ink Factory, considerato l'inizio ufficiale delle attività della Pelikan

1840

  • John e Donald Cameron si associano alla Macniven fondando la Macniven & Cameron Ltd.

1841

  • George Sheppard avvia una fabbrica di pennini d'oro, è l'origine della Holland

1842

  • la Mallat viene fondata da Jean Benoit Mallat a Parigi

1843

  • la Swan viene fondata da John Mabie, Henry Todd a New York come Mabie, Todd and Co.

1846

  • Richard Cross e E. W. Bradbury iniziano le loro attività negli Stati Uniti, è l'origine della Cross

1848

  • la A. Morton & Co. viene fondata da Alexander Morton a New York come A. Morton & Co

1850

  • la Brause viene fondata da Carl Brause, Friedrich Brause, Wilhelm Brause, Carl Bergfeld a Iserlohn
  • J. M. Paillard subentra nelle attività fondate nel 1788 da P. C. Lambertye

1852

  • Jean Benoit Mallat brevetta una penna con pennino metallico

1854

  • John Mabie brevetta (nº US-11762) un meccanismo telescopico per matite e pennini

1856

  • la Eagle viene fondata da Heinrich Berolzheimer a New York come Eagle Pencil Company
  • la Esterbrook viene fondata da Richard Esterbrook a Camden, New Jersey come United States Steel Pen Manufacturing Company

1857

  • la Hicks viene fondata da William S. Hicks a New York come William S. Hicks (& Sons) Gold Pen Company

1858

  • la Carter viene fondata da William Carter a Boston, Massachusetts come William Carter Company
  • la Esterbrook cambia nome in Esterbrook Steel Pen Manufacturing Company
  • la Spencerian viene fondata da Ivison Phinney a New York come Spencerian Steel Pen Co.

1861

  • la Venus viene fondata da Edward Weissenborn a Hoboken come American Lead Pencil Company

1862

  • John Holland acquisisce l'attività di George Sheppard dando vita alla John Holland Pen Company

1863

  • Günther Wagner diventa socio della Hornemann's Paint and Ink Factory, futura Pelikan

1864

  • la Aikin Lambert viene fondata da James Cornelious Aikin, Henry Lambert a New York
  • Jean Benoit Mallat brevetta il Siphoïde, un antenato delle stilografica

1865

  • la Holland inizia la produzione di stilografiche [3]

1869

  • la Maruzen viene fondata da Yuteki Hayashi a Yokohama

1871

  • Günther Wagner acquisisce la Hornemann's Paint and Ink Factory, futura Pelikan, al ritiro di Carl Hornemann

1873

  • la Degussa viene fondata a Frankfurth come Deutsche Gold und Silber Scheideanstalt
  • Jonhatan Sprague Bard entra nella Mabie Todd che diventa la Mabie Todd & Bard

1875

  • la Soennecken viene fondata da Friederich Soennecken a Bonn come Soennecken Verlag

1876

1877

  • Alonso T. Cross brevetta una penna a stilo, ed un nuovo modello di matita meccanica

1878

  • Johan Faber fonda la Johan Faber A. G., parte della futura Faber-Castell
  • Günther Wagner registra il marchio Pelikan, dando vita alla Günther Wagner Pelikan
  • la Mabie Todd & Bard inizia la produzione di stilografiche con il modello Calligraphic

1879

  • la Holland inizia la commercializzazione di stilografiche

1880

  • Alonso T. Cross fonda la propria azienda A. T. Cross - Pen and Pencil Manufacturer

1881

  • viene fondata a Boston una Cross Pen Company per la produzione di penne, distinta dalla A. T. Cross
  • la De La Rue produce la Anti-Stylograph, primo rudimentale esempio di stilografica

1882

  • primo brevetto sulle stilografiche ottenuto da Paul E. Wirt

1883

  • la Kaweco viene fondata da Luce, Ensslen a Heidelberg come Heidelberger Federhalterfabrik
  • la Waterman viene fondata da Lewis E. Waterman a New York

1884

  • la Holland apre una nuova fabbrica dedicata alla produzione di stilografiche
  • la Sterling Fountain Pen viene fondata da Rhodes G. Lockwood a Boston come Sterling Fountain Pen Company
  • Lewis Edson Waterman ottiene il primo brevetto (nº US-293545) per un alimentatore multicanale
  • la Wirt viene fondata da Paul E. Wirt a Bloomsburg, Pennsylvania

1885

  • Paul Wirt brevetta un alimentatore overfeed
  • la Wirt apre una fabbrica in Iron street a Bloomberg

1886

  • la Waterman introduce il primo corpo penna lavorato meccanicamente

1888

  • la Carter diventa società di capitali come Carter's Ink Company
  • la Parker viene fondata da George S. Parker a Janesville, Wisconsin
  • la Waterman diventa società di capitali come L. E. Waterman Company

1889

  • la Holland diventa società di capitali
  • George S. Parker inizia a costruire stilografiche
  • la Weidlich viene fondata da Otto E. Weidlich a Cincinnati come O. E. Weidlich Pen Company

1890

  • la Beaumel viene fondata da David W. Beaumel a New York come D. W. Beaumel & Co.
  • la Eagle crea una penna a cartucce di vetro
  • la Soennecken inizia la produzione di stilografiche
  • la Swan la Mabie Todd & Bard inizia l'utilizzo del marchio Swan[4]
  • la Waterman produce il primo modello da scrivania con corpo penna conico
  • la Wirt proclama la vendita di 350.000 penne

1891

  • George S. Parker si mette in società con William F. Palmer

1892

  • la Diamond viene fondata a New York come Diamond Point Pen Company
  • la Heidelberger Federhalterfabrik, futura Kaweco, inizia la produzione di stilografiche[5]
  • la Parker diventa società di capitali come The Parker Pen Company
  • la Roeder viene fondata da S. Roeder a Berlino

1894

1895

  • fondata la Siebert e Lowen, produttore del marchio Matador
  • la Wyvern viene fondata da David Finburgh, Alfred Finburgh, Alec Finburgh a Leicester come The Finburgh Bros

1896

  • la Caw's viene fondata da Francis C. Brown a New York come Caw's Ink and Pen Company
  • la Laughlin viene fondata da James W. Laughlin a Detroit come Laughlin Pen Company
  • la Wearever viene fondata da David Kahn a North Bergen, New Jersey come David Kahn Inc.

1897

  • la A. A. Waterman viene fondata da Arthur A. Waterman, William G. Frazer, Hobart W. Geyer a Boston
  • Soren Christian Frederik Olsen inizia una attività[6], è l'origine della Penol

1898

  • la Conklin viene fondata da Roy Conklin a Toledo, Ohio come Self-Filling Fountain Pen Company
  • Alexander Castell trasforma la precedente A. W. Faber nella A. W. Faber-Castell
  • la Parker brevetta il cappuccio slip-on
  • la Pelikan introduce la linea di inchiostri Pelikan 4001

1899

  • H. Koch e R. Weber acquisiscono la Heidelberger Federhalterfabrik che diventa la Kaweco
  • la Moore viene fondata da Walter F. Cushing, William F. Cushman a Boston come American Fountain Pen Company
  • la Waterman introduce il pennino di misura 10
  • la Williamson viene fondata da George H. Williamson a Janesville

1900

  • la Fend viene fondata da Karl Fend, Georg Fend a Pforzheim come Gebrueder Fend G.m.b.H.

1901

  • la Self Fountain Pen Co. diventa la Conklin Pen Manufacturing Co

1902

  • la Crocker viene fondata da Seth S. Crocker a Boston come Crocker Pen Company

1903

  • Etienne Forbin diventa rappresentante di vari produttori americani di strumenti di scrittura, è l'origine della Bayard
  • la Conklin impiega Mark Twain come testimone della sua campagna pubblicitaria
  • la Eclipse viene fondata da Marx Finstone a San Francisco come Eclipse Fountain Pen Co.
  • la Kaweco introduce la matita meccanica KO-MIO
  • Eugène Moreau constituisce la Société Anonyme des anciens établissements Paillard
  • Christian Olsen firma un accordo con la Parker per la distribuzione delle loro penne

1904

  • la Boston Pen viene fondata da Charles Brandt a Boston come Boston Fountain Pen Company
  • Roy Conklin si ritira e cede le sue quote dell'azienda (o 1907)
  • la Parker introduce un primo caricamento a compressione di un sacchetto di gomma
  • la Schnell viene fondata da Julius L. Schnell a New York come Julius L. Schnell Pen Company
  • la Welty viene fondata da William W. Welty a Waterloo come Welty Pen Company

1905

  • la Bankers viene fondata a New York come Bankers Pen Company
  • la Conway Stewart viene fondata da Francis Charles Jarvis, Thomas Howard Garner a Londra
  • nascita della Wahl Adding Machine Co., è l'origine della Eversharp
  • la Perfection viene fondata da Jay G. Rider a Rockford come J. G. Rider Pen Company
  • la Soennecken registra ufficialmente il marchio Soennecken
  • la American Lead Pencil Company registra ufficialmente il marchio Venus

1906

  • August Eberstein inizia una produzione di penne stilografiche in Germania
  • Riccardo Amisani inizia[7]l'attività di rivenditore della Williamson per l'Italia

1907

  • la Aikin Lambert introduce un modello con caricamento a pompetta
  • la Conklin Pen Manufacturing Co diventa la Conklin Pen Company (non corrisponde con i dati dei brevetti)
  • la Swan diventa società di capitali come Mabie Todd & Co.
  • la Waterman introduce la sua prima safety, denominata Safety Filler (o 1908)

1908

  • la Kaweco brevetta una safety con fondello filettato per agganciarvi il cappuccio (1909?)
  • la Montblanc viene fondata da August Eberstein, Alfred Nehemias, Claus-Johannes Voss a Hamburg come Simplo Filler Pen Co. GmbH

1909

  • la Conway Stewart diventa società di capitali come Conway Stewart & Co. Ltd
  • la SSS viene fondata da Asashiro Hosonuma come SSS Pen Company
  • la Swan inizia la produzione di stilografiche in Inghilterra

1910

  • la Edacoto viene fondata da Jacques Bonhomme a Parigi come Edac
  • la Montblanc introduce il primo modello chiamato Montblanc
  • la Morrison viene fondata da Louis Morrison a New York come Morrison Fountain Pen Company
  • la Penol inizia la produzione locale dei modelli della Parker

1911

  • prime tracce delle attività della Nettuno in una bozza di volantino pubblicitario
  • la Onoto diventa società a responsabilità limitata
  • la SSS inizia la produzione di stilografiche
  • la Sailor viene fondata da Kyugoro Sakata a Koze come Sakata Seisakusho Co

1912

  • la A. A. Waterman perde la causa intentata dalla Waterman e deve marchiare le sue penne come Not Connected with the L. E. Waterman Company
  • il marchio Bayard viene registrato da Etienne Forbin
  • la Montegrappa viene fondata da Edwige Hoffman, Heidrich Helm a Bassano del Grappa come Manifattura Pennini Oro per Stilografiche - The Elmo Pen
  • la Monterosa viene fondata da Fritz Dimmler a Zurich
  • inizia la produzione delle prime penne a marchio Sheaffer[9]

1913

  • la A. A. Waterman viene rifondata come The Modern Pen Company in West Virginia
  • la Onoto introduce modelli in ebanite marmorizzata rosso/nera denominata Antique (?)
  • la Parker introduce un anello d'oro in testa ai cappucci dei modelli da donna
  • la Sheaffer viene fondata da Walter A. Sheaffer a Fort Madison come W. A. Sheaffer Pen Company
  • la Soennecken amplia la gamma di stilografiche con molti modelli

1914

  • Walter Boss entra nella Cross
  • la Eversharp viene fondata da John C. Wahl a Chicago come The Wahl Company
  • la Eversharp entra nel mercato degli strumenti da scrittura con la matita meccanica Eversharp
  • la Kaweco acquisisce la A. Morton & Co., trasferisce i macchinari a Heidelberg ed inizia la produzione in proprio dei pennini (1913?)
  • la Kraker viene fondata da George M. Kracker a Kansas City come Kraker Pen Company
  • la Simplo Fullfeder GmbH ufficializza il marchio Montblanc
  • la Simplo Filler Pen Co. GmbH diventa la Simplo Fullfeder GmbH
  • la Montblanc introduce il logo con la stella a sei punte

1915

  • Walter Boss compra la Cross da Alonso Townsend Cross
  • la filiale inglese acquisisce la proprietà della Mabie Todd & Co. diventando la Mabie Todd & Co. Ltd

1916

  • la Conklin introduce la sua innovativa clip a molla
  • la Mallat inizia la produzione di stilografiche
  • la Météore viene fondata da L. Demilly, V. Degen a Nanterre come Manifacture Parisienne de P.P.R.
  • la Nettuno viene fondata da Umberto Vecchietti a Bologna
  • la Parker produce per conto del dipartimento della guerra la Trench Pen per i soldati al fronte
  • la Tibaldi viene fondata da Giuseppe Tibaldi a Firenze come G. Tibaldi e C.

1917

  • John Holland muore, i figli subentrano nella gestione dell'azienda
  • la American Fountain Pen Company diventa la Moore Pen Company
  • la Pagliero viene fondata da Luigi Pagliero a Settimo Torinese
  • la Sheaffer crea gli impianti di Morrison Plow Works
  • la Stilus viene fondata da Emilio Pecco a Torino come Pecco e C. Stilus
  • la Swan introduce dei modelli con pastiglie di inchiostro per il soldati al fronte (le proprie Trench Pen)

1918

  • Giuseppe Zanini apre una attività dal nome Arti Grafiche - Giuseppe Zanini, è l'origine della Ancora
  • la Columbus viene fondata da Eugenio Verga, Alfredo Verga a Milano come Alfredo Verga dei Fratelli Verga Snc
  • la Conklin introduce la stampigliatura del marchio Conklin sull'altro lato della mezzaluna del crescent filler
  • la Cross diventa fornitore della matite meccaniche della Parker
  • la De Witt-La France viene fondata da David J. La France, William P. De Witt a Cambridge, Massachusetts come De Witt - La France Co.
  • la Geha viene fondata da Heinrich Hartmann, Conrad Hartmann a Hannover
  • la Le Tigre viene fondata da René Kintz a Bruxelles come Établissements René Kintz
  • la Morison viene fondata da Torajirou Tanigawa come Kikaku Pen Company
  • la Pilot viene fondata da Ryosuke Namiki, Matsuo Wada a Tokyo come Namiki Manufacturing Company
  • la Salz viene fondata da Jacob Salz, James Salz, Ignatz Salz a New York

1919

  • la Aurora viene fondata da Isaia Levi a Torino come Fabbrica Italiana Penne a Serbatoio Aurora
  • la Mentmore viene fondata a London come Mentmore Manufacturing Company
  • nasce la prima catena di negozi a vendita esclusiva Montblanc ad opera dei fratelli Stöffhaas
  • Armando Simoni registra una attività di "Lavorazione di articoli di penne in ebanite"
  • la Osmia viene fondata da Hermann Böhler a Dossenheim come Böhler und Cie
  • la Platinum viene fondata da Syunichi Nakata a Tokyo come Nakaya Seisakusho
  • la Ripet viene fondata da Emil Kroutl a České Budějovice
  • la Unic viene fondata da M. M. Kothe, Vannier

1920

  • la A. A. Waterman viene venduta cambiando nome in Chicago Safety Pen Company e spostata a Chicago
  • Giuseppe Zanini fonda la Fabbrica e Commercio di Penne Stilografiche e Raffinati Oggetti per Arti Grafiche
  • la Autopoint viene fondata da W. E. Gerry a Chicago come Autopoint Pencil Company
  • la Burnham viene fondata da Harry Burnham a London
  • la Conway Stewart registra ufficialmente il marchio The Conway Stewart
  • Seth Sears Crocker lascia gli affari e alla guida dell'azienda gli subentra il figlio, Seth Chilton Crocker
  • la John Hancock viene fondata a Boston come Pollock Pen Company
  • la Kosca viene fondata da Paul Kohler, Christian Schaefer a Milano
  • la Merz & Krell viene fondata da Friedrich Merz, Georg Merz, Justus Krell a Bieberau
  • la Parker inizia la produzione di matite meccaniche
  • la Stiassi e Tantini fonda la A.S.C.A. (Azienda Specializzata in Cancelleria ed Affini)

1921

  • la Astoria viene fondata da Georg Ilgner a Amburgo
  • la Dunn viene fondata da Charles Dunn a New York
  • la Ercolessi viene fondata da Edgardo Ercolessi a Milano
  • la Giacomazzi viene fondata da Pietro Giacomazzi, Girolamo Giacomazzi a Settimo Torinese
  • la Gold Starry inizia la produzione di stilografiche in Francia
  • la LeBoeuf viene fondata da Frank Le Boeuf, Edward E. Le Boeuf, Leroy J. Learned, John H. Williams, Eugene E. Le Boeuf a Springfield
  • la Montegrappa inizia la produzione di stilografiche (data indicativa[10])
  • la Manifacture Parisienne de P.P.R. cambia nome in La plume d'or
  • la Nettuno registra il marchio Penna Nettuno Sicurezza
  • la Onoto diventa società per azioni cambiando proprietà
  • la Stylomine viene fondata da Yves E. Zuber a Parigi
  • la Victoria viene fondata da Pietro Tavella

1922

  • Ettore Ripamonti diventa rappresentante esclusivo Aurora e pubblica il primo catalogo[11]
  • la Aurora introduce le A.R.A. presenti nel primo catalogo, nella sola misura 4
  • la Bayard nasce la Panici Freres & Co, il produttore delle penne Bayard
  • la Edacoto inizia la produzione di stilografiche
  • la Météore introduce il primo modello con il suo marchio sul cappuccio
  • Armando Simoni registra le Officine Meccaniche di Precisione Simoni Armando
  • la Sheaffer rimpiazza la scritta "SHEAFFER-CLIP" dei fermagli con "Sheaffer'S"

1923

  • la Aurora introduce le ulteriori misure 3, 35 e 5 per il modello A.R.A.
  • la Autopoint Pencil Company viene comprata dalla Realite Pencil Company e cambia nome in Autopoint Products Company
  • la Chilton viene fondata da Seth Chilton Crocker a Boston come Chilton Pen Company
  • la Pen-Co viene fondata da Rinaldo Rossi, Marcello Rossi a Sandrigo
  • la Pilot produce i primi modelli in ebanite verniciata in lacca
  • la Scripto viene fondata da Monie A. Ferst a Atlanta come M. A. Ferst Company

1924

  • Giuseppe Zanini fonda la Fabbrica di penne stilografiche e commercio, stampe in genere e riproduzioni opere d'arte
  • la Carter inizia la produzione di stilografiche
  • la Dunn subisce una prima istanza di fallimento
  • la Onoto introduce una produzione di fascia bassa marcata solo The De La Rue
  • la Pelikan introduce il logo stilizzato del pellicano che nutre quattro pulcini (o 1926[13])
  • Syunichi Nakata si trasferisce a Tokyo e fonda la Nakaya Seisakusho Pen Co.
  • la Sheaffer inizia la conversione di tutti i suoi modelli Flattop alla celluloide

1925

  • la Ancora porta la produzione a Sesto Calende
  • la Aurora introduce una versione ufficiale delle clip per le sue penne
  • la Eclipse apre una filiale in canada come azienda indipendente
  • la Fratelli Cavaliere viene fondata da Giuseppe Cavaliere, Aldo Cavaliere, Carlo Cavaliere a Milano
  • la KWG viene fondata da Frederik Grube, Heinrich Woringen, J. Knust a Wiesloch
  • la Luxor viene fondata da Heinrich Hebborn a Heidelberg come H. Hebborn & Co.
  • la Montegrappa viene acquistata da Alessandro Marzotto e Domenico Manea
  • la Montegrappa inizia la produzione di modello marchiati Montegrappa
  • la Omas viene fondata da Armando Simoni a Bologna come Officine Meccaniche Armando Simoni
  • la Platignum viene fondata a Londra come Platignum Pen Company
  • la Postal viene fondata a New York come Postal Pen Company Inc.
  • la Stylomine inizia la produzione di stilografiche
  • la Tibaldi introduce modelli tipo Duofold (data indicativa, si fa riferimento alla metà degli anni '20)
  • la Tropen viene fondata da Gustav Schroeder a Ludenscheid
  • la Wirt viene venduta dal fondatore, resterà in produzione per pochi anni
  • la Wirt diventa una società di capitali con il nome di Paul Wirt Pen Co.

1926

  • la Aurora introduce una versione della R.A.2 per il Touring Club Italiano
  • la Chilton si trasferisce a Long Island City, New York e introduce i primi modelli in celluloide
  • la Haro viene fondata da Hans Roggenbuck a Frömsdorf
  • la JiF viene fondata da Jules Fagard
  • la Montegrappa viene rinominata in Manifattura Pennini Oro e Penne Stilografiche Elmo
  • la Parker converte la produzione alla celluloide a cominciare dalla Duofold
  • la Pilot apre uffici a Singapore, New York e Londra
  • la Spors viene fondata da Frank Spors a Lesueuer Center, Minnesota
  • la The King viene fondata da Lattes a Torino come Società Anonima Pennini King
  • la Società Anonima Pennini King (The King), futura SAFIS, viene fondata a Torino
  • la Waterman introduce l'ebanite rosso/nera rippled in colorazione ondulata

1927

  • la Autopoint inizia la produzione di stilografiche
  • la Alfredo Verga dei Fratelli Verga si scioglie, Eugenio Verga prosegue le attività delle Columbus da solo
  • la Dunn termina le attività
  • la Nettuno introduce i modelli flat top (data indicativa, si fa riferimento alla seconda metà degli anni '20)
  • la Onoto trasferisce la produzione in Scozia, a Strathendry nel villaggio di Leslie nel Fifeshire
  • la Parker sostituisce sulla Duofold la veretta rialzata con una liscia
  • la Pilot avvia la produzione di matite meccaniche
  • la Presbitero viene fondata da Pietro Presbitero a Milano
  • la Sager viene fondata da Salomon M. Sager a Chicago, Illinois

1928

  • la Aurora ristruttura il modello Duplex e la clip passa al montaggio ad anello
  • la Parker acquisisce la Osmia per la produzione europea
  • la Parker introduce la Duofold con le verette sottili, due (o tre sulla De-Luxe)
  • la Nakaya Seisakusho Pen Co. viene rinominata in Platinum Fountain Pen Co.
  • Philipp Mutschler lascia la Kaweco e fonda la Certo, futura Reform
  • la Rotring viene fondata da Wilhelm Riepe a Amburgo come Tintenkuli Handels GmbH
  • la Waterman introduce i bordi bianchi sulla striscia colorata della Ripple
  • la Wyvern inizia ad usare il suo nome sui pennini

1929

  • prima registrazione nota (Reg. Gen. N. 40112) del marchio Ancora
  • ristrutturazione dell'azienda, nascono le sottomarche Aurora Olo e Asco
  • la Helios viene fondata da Eugenio Giarola a Milano
  • la Kaweco originale fallisce, il marchio viene acquisito dalla KWG e nasce la Kaweco Badische Füllhalterfabrik
  • la LUS viene fondata da Umberto Legnani a Saronno come L.U.S. di Umberto Legnani
  • la Rupp viene fondata da Peter Rupp a Heidelberg
  • la Tripen viene fondata da George Coby a Providence come Tripen Manufacturing Company
  • Alfred Finburgh lascia la Wyvern, restano i fratelli Alec e David
  • la Zenith viene fondata da Giuseppe Morandino a Milano

1930

  • la Aurora introduce la versione di lusso della Duplex con tre anellini, anello decorativo in cima al cappuccio e clip intarsiata (data incerta)
  • la Cross introduce un modello di stilografica a bande nere smaltate appaiata alle matite meccaniche
  • la Lamy viene fondata da Joseph C. Lamy a Heidelberg come Orthos Fullhalterfabrik C. J. Lamy
  • la Mastilo viene fondata da Ubaldo Massari a Torino
  • la Mentmore diventa società per azioni
  • la Montblanc inizia a incidere la cifra 4810 sui pennini
  • la Morans viene fondata da Anselmo Mora a Firenze
  • la Parker recede dalla Osmia con la nascita della Osmia GmbH
  • la Pelikan introduce le due verette sul cappuccio della Pelikan 100 (novembre, o gennaio 1931?)
  • la Pelikan introduce il foro di areazione tondo sulla Pelikan 100 (novembre, o gennaio 1931?)
  • la Scriba viene fondata da A. Dalla Porta a Verona
  • la Titania viene fondata da Giorgio Fornello a Settimo Torinese
  • la Zemax viene fondata da Massimiliano Zeme a Sesto Calende

1931

  • la Atlantica viene fondata da Giacomo Capella a Milano
  • la Aurora introduce le Olo Lusso (data indicativa, sta per l'inizio degli anni '30)
  • inizia la riunificazione della A. W. Faber-Castell e della Johan Faber A. G.
  • la Pelikan introduce sulla Pelikan 100 il serbatoio dell'inchiostro in celluloide e la sezione in ebanite (da giugno)
  • la Platinum inizia una vendita per corrispondenza
  • con l'abbandono di Benelli il marchio diventa semplicemente Tibaldi
  • la Tibaldi introduce le Infrangibile (data indicativa, si fa riferimento all'inizio degli anni '30)
  • la Tibaldi sostituisce la clip a pallina con una clip a goccia (data indicativa, si fa riferimento all'inizio degli anni '30)

1932

  • la Carter esce dal mercato delle stilografiche
  • la Ceriani viene fondata da Davide Ceriani a Sesto Calende come Primaria Fabbrica Penne Stilografiche
  • la Degussa acquisisce la divisione di produzione dei pennini dalla Osmia
  • la Parker immette sul mercato campioni della Golden Arrow, precursore della Vacumatic
  • la Uhu viene fondata da August Fischer a Baden come UHU Werk H.u.M.
  • la Zerollo viene fondata da Dante Davide Zerollo a Genova

1933

  • la Eclipse canadese e quella statunitense vengono riunificate sotto un unica proprietà
  • la Gold Starry introduce sul mercato le penne in metalli preziosi della Viala Lilliput
  • la Kikaku Pen Company cambia nome in Morison
  • la Omas introduce la versione tonda liscia della Extra (data indicativa[20])
  • la Pelikan introduce un foro di ventilazione singolo sul cappuccio ed una sezione curvata sulla 100
  • la Swan introduce dei modelli con forme più affusolate (o 1934)

1934

  • la Panici Freres & Co viene ribattezzata in Stylo Bayard ed il marchio "Bayard" inciso sulla clip
  • in Italia tutti i pennini d'oro devono essere marcati a norma di legge con il numero di millesimi in una losanga
  • la LUS inizia la produzione di stilografiche
  • la Lang introduce la seconda versione delle Regent
  • la Mengoni viene fondata da Virginio Mengoni a Milano
  • la Simplo Fullfeder GmbH viene rinominata in Montblanc-Simplo GmbH
  • la Pelikan introduce la matita Auch Pelikan
  • la SAFIS viene fondata a Torino
  • la Società Anonima Pennini King (The King) diventa Società Anonima Fabbrica Italiana Stilografiche (SAFIS) (data indicativa[21])

1935

  • la Aurora introduce le Olo Gamma (data indicativa, sta per la metà degli anni '30)
  • la Aurora introduce le Olo F (data indicativa, sta per la metà degli anni '30)
  • la Böhler viene fondata da Hermann Böhler a Heidelberg
  • la Camel viene fondata da Joseph Wustman a Orange, New Jersey
  • la Columbus introduce la clip a freccia (data approssimata)
  • la Summit introduce pennini di dimensioni maggiori, destinati alle stilografiche di punta
  • la Curzon introduce una variante della Regent (precedentemente prodotta dalla Lang)
  • la Montegrappa introduce il marchio Montegrappa Extra (data indicativa[23])
  • la Pelikan introduce i colori marrone e madreperla sulla 100, quest'ultimo dimesso poco dopo
  • la Pelikan introduce i colori rossa, blu, verde, tartaruga e pelle di lucertola sulla 101
  • la Pelikan stampa la dimensione del pennino sull'alimentatore
  • la Platinum inizia la produzione di penne Maki-e, introducendo le lavorazioni in stile Kanshitsu e con inserti in perla
  • morte di Giuseppe Tibaldi, la direzione passa al nipote, Giorgio Schiassi
  • la Tibaldi ristilizza le Infrangibile in tre versioni (data indicativa, si fa riferimento agli anni '30)

1936

  • la Cervinia viene fondata da Giuseppe Carboni a Torino come Fabbrica Italiana Penne Stilografiche Cervinia
  • la Columbus sposta le attività in Via Lamarmora a Milano
  • la Faber-Castell introduce un suo modello marchiato Faber-Castell
  • la Pelikan introduce il colore marrone/tartaruga per la 101
  • la Pelikan stampa la dimensione del pennino sul fondello dello stantuffo
  • la Pelikan introduce la variante della 100 con fondello liscio denominata 100C
  • la Reform viene fondata a Nieder-Ramstadt come Reform Füllfederhalter-fabrik Gmbh
  • la Saratoga viene fondata da Edoardo Russo Webber a Milano
  • la Sheaffer introduce il sistema Visulated per il controllo del livello d'inchiostro

1937

  • la Ancora introduce le Maxima (data indicativa, coincidente con quella di registrazione del marchio, Reg. Gen. N. 56843)
  • la Ancora introduce le Da-Ma (data indicativa, coincidente con quella di registrazione del marchio, Reg. Gen. N. 56845)
  • la Aurora le Etiopia colorate (data incerta, successiva a quella di introduzione)
  • la Edacoto introduce i fermagli a sezione scalettata e punta a freccia (o 1935?)
  • la Pagliero venne rinominata in Luigi Pagliero e F.
  • la Pelikan introduce il pennino in palladio "Pd" sulla Ibis
  • la Pelikan dismette i colori grigio, blu, rosso e marrone della 100
  • la Pelikan modifica l'alimentatore passando dalla lamella centrale corta alle tre lamelle lunghe[26]
  • la Pelikan dismette i colori rosso e marrone/tartaruga e tartaruga della 101
  • la Sheaffer introduce il modello 47, in seguito denominato Crest
  • la Staedtler viene rinominata in Mars Pencil and Fountain Pen Factory

1938

  • la Chilton si sposta a Summit, nel New Jersey
  • tutte le attività della Conklin vengono vendute ad un gruppo finanziario di Chicago
  • i produttori giapponesi sono forzati ad usare pennini in acciaio (detti shiro nib)
  • la Lang introduce una nuova versione delle Regent
  • la Luxor trasferisce gli impianti di produzione a Colonia
  • la Pelikan inizia l'uso generico dei pennini in palladio (marcati "Pd")
  • la Pelikan passa al logo con due pulcini (?)
  • la Pelikan introduce le varianti di lusso 100N Gold, 101N Weisgold, 100N Toledo, 101N Gold della 100N
  • il logo della Pilot assume la lettera "P" al posto della "N"
  • la Pilot cambia nome in Pilot Pen Co., Ltd.
  • la Tibaldi introduce le Tibaldi Lusso (data indicativa, si fa riferimento alla fine degli anni '30)
  • la Tibaldi introduce le Impero (data indicativa, si fa riferimento alla fine degli anni '30)
  • la Waterman introduce con la filiale francese JiF l'inchiostro azzurro "Blue des Mers du Sud"

1939

  • la Aurora introduce le Selene (data indicata da Luca de Ponti, la Jacopini indica il 1940)
  • la Aurora introduce la seconda versione della Optima, con clip triangolare
  • la Colorado viene fondata da Orlando Quadretti a Bologna
  • la produzione della Conklin viene spostata da Toledo a Chicago
  • la Lamy acquisisce la Artus Fullaltergesellschaft Kaufmann und Co (data incerta)
  • la Montegrappa introduce l'incisione sul cappuccio delle iniziali MG all'interno di un cerchio (data indicativa, fa riferimento alla fine degli anni '30)
  • la Pagliero registra il marchio LPF iscritto in un rombo (Reg. Gen. N. 58632)
  • la Pelikan introduce su tutti i modelli i pennini in cromo-nichel (marcati "CN") come sostituti di quelli in oro o palladio
  • la Perop viene fondata da Vladimír Kaiser, Emil Kroutl, Adolf Krygar, František Zeman a Prague
  • la Roccati viene fondata da Luigi Benedetto, Dino Gilardi a Settimo Torinese
  • la Sheaffer introduce il colore Carmine Red per le Balance in celluloide striata
  • la Stiassi e Tantini diventa la S.I.S.A. (Società Italiana Stilografiche e Affini), inizia l'uso del marchio Tabo
  • la Tabo introduce le Tabo Mentis (data indicativa, sta per la fine degli anni '30)
  • la Zemax viene registrata ufficialmente come Zeme Massimo e C. Soc. Anonima

1940

  • la Aurora introduce la terza versione della Optima, con fermaglio rastremato, tre anelli e decorazioni metalliche alle estremità
  • la Bayard ristruttura la linea Luxe con forme più affusolate
  • la Wahl Company Co. e la Eversharp Inc. si fondono nella Eversharp Inc.
  • la Omas sostituisce la vera con tre anelli sulla Omas Extra sfaccettata
  • la Parker dismette le Parkette sia la versione ordinaria che la De Luxe
  • la S.I.S.A., detentore del archio Tabo, diventa la F.I.S.A. (Fabbrica Italiana Stilografiche e Affini) (data approssimata[30])

1941

  • la Itala Cromograf viene fondata da Filippo Giriodi, Livio Campanelli a Genova come Società anonima vendita penne bicolore Itala Cromograf
  • la Nettuno introduce le Nettuno Docet (data indicativa, si fa riferimento all'inizio degli anni '40)
  • la Reform Füllfederhalter-fabrik Gmbh diventa la Reform Füllfederhalter-fabrik Heinz & Jung
  • la Swan chiude la produzione a New York
  • la Tibaldi introduce i pennini in acciaio chiamati Tibaldi-iridal
  • la Waterman rintroduce un modello di fascia media a 5$, che l'anno dopo diventerà la Commando

1942

  • la fabbrica Columbus viene distrutta da un bombardamento, la produzione viene spostata a Lesa
  • la Estense viene fondata da Maria Pozzetti a Modena come Marca Estense
  • la Inoxcrom viene fondata da Manuel Vaqué Ferrandis a Barcellona come Industrial MAVA
  • la Pelikan produce la Pelikan 100 senza verette metalliche per il mercato interno (giugno)
  • la Pelikan sostituisce il sughero dello stantuffo con materiale plastico nero (ottobre)
  • la Stylomine introduce le matite meccaniche Stylomine 302
  • la Stylomine introduce la clip decorata con una incisione di una spiga di grano

1943

  • la Eterpen viene fondata da Lazlo Biro a Buenos Aires
  • la Pelikan ferma totalmente la produzione per il mercato interno
  • la Stylomine introduce la clip decorata con una incisione di grappoli d'uva

1944

  • la fabbrica della Montblanc viene distrutta da un bombardamento
  • la Pelikan ferma totalmente la produzione in Germania

1945

  • gli stabilimenti della Aurora vengono distrutti da un bombardamento
  • la Eversharp introduce le CA entrano sul mercato americano le prime penne a sfera
  • la Reynolds viene fondata da Milton Reynolds a Chicago come Reynolds International Pen Company

1946

  • la Ancora introduce le Ancora Lusso (data indicativa, usata per indicare l'immediato dopoguerra)
  • la Columbus riavvia la produzione dalla fabbrica di Milano
  • Hans Roggenbuck viene espulso dalla Germania Est, la Haro interrompe le attività
  • la Osmia riavvia la produzione
  • la Sheaffer introduce le prime penne a sfera

1947

  • la Columbus introduce i modelli economici 52, 53 e 54 (data indicativa, indica il primo dopoguerra)
  • la Edacoto introduce una nuova versione del modello Edacoto 87, con corpo trasparente
  • la Montblanc inizia la produzione in Danimarca
  • la Montegrappa viene rifondata come "Elmo - Montegrappa s.n.c."
  • la Parker introduce la nuova clip a freccia della 51
  • la Stylomine introduce le matite meccaniche Stylomine 404

1948

  • la Esterbrook ristilizza le J con due inserti su entrambe le estremità
  • Hans Roggenbuck rifonda la Haro a Regensburg
  • la LUS inizia la produzione di penne a sfera
  • la Omas ristilizza le 55x con nuove versioni ogivali (55x/S) e faccettate (55x/F)
  • la Pilot entra nel mercato dei prodotti di cancelleria
  • la Pilot crea la fabbrica di inchiostro di Nagoya e la fabbrica di penne di Hiratsuka
  • la Platinum introduce delle penne a sfera con inchiostro ad acqua, precursori dei roller
  • la Ripet termina le attività
  • la Sailor inizia la produzione di una linea di penne in celluloide
  • la Stylomine introduce la penna a sfera Stylomine 707

1949

  • la Ancora introduce le Calamus (data indicativa, sta per la fine degli anni '40)
  • la Pelikan introduce una nuova versione della 100N con una sola vera sul cappuccio e clip rigata[33]
  • la Pelikan riprende la produzione di pennini in oro
  • la Pelikan rimuove lo scalino dalla sezione della 100N
  • la Staedtler inizia la produzione di penne a sfera

1950

  • la Geha inizia la produzione di stilografiche
  • la Pelikan introduce i pennini in oro sulla Ibis anche per il mercato interno
  • la Pelikan introduce e poi ritira i colori verde/nero e marrone/nero a righe come per la 400

1951

  • la Montegrappa viene rifondata come "Fabbrica Penne Stilografiche Elmo Montegrappa s.r.l."
  • la Omas introduce le Minerva 60 (data indicativa, sta per l'inizio degli anni '50)
  • la Parker dismette la stampigliatura della data sulle Parker 51 prodotte in USA

1952

  • la Parker introduce la seconda versione (Mark II) della 21
  • la Platinum è il primo produttore giapponese a realizzare penne in plastica a stampo

1953

  • la Parker dismette la stampigliatura della data sulle Parker 51 prodotte fuori dagli USA
  • la Pelikan introduce il nuovo stantuffo con pistone in plastica trasparente per la 100N
  • la Pelikan rende il gruppo pennino della 100N rimuovibile con l'aiuto di una apposita chiave

1954

  • la Cross entra nel mercato delle penne a sfera
  • sui pennini prodotti in Giappone viene stampigliato il marchio JIS (Japan Industrial Standards)
  • la Omas produce la 361 anche in resina plastica
  • la Parker introduce la stampigliatura Made in USA sul cappuccio della Parker 51
  • la Pelikan introduce i nuovi pennini con il logo e la banda del cappuccio incisa per la Pelikan 400
  • la Stilus termina le attività
  • la Waterman USA cessa la produzione, resta attiva la Jif-Waterman

1955

  • la Columbus passa la produzione completamente ai modelli in plastica (data indicativa, sta per la metà degli anni '50)
  • la Wyvern termina le attività

1956

  • la Montblanc rimuove l'incisione Montblanc dal cappuccio
  • la Moore termina le attività
  • la IBIS 130 E Elektrographik compare in un catalogo svizzero
  • la American Lead Pencil Company diventa la Venus Pen and Pencil Corp.

1957

  • la Conway Stewart introduce le prime penne a sfera e passa alla produzione in plastica a stampo
  • la divisione strumenti di scrittura della Eversharp viene ceduta alla Parker
  • la Pelikan introduce le finiture cromate sulla 140 con pennini CN
  • la Tibaldi viene venduta a Remo Pagliuca

1958

  • la Montblanc produce le serie 25x con finestra chiara e nei colori grigio, rosso e verde
  • la Montblanc produce le serie 34x con finestra chiara e nei colori grigio, rosso e verde
  • la Onoto cessa la produzione in Inghilterra, le attività vengono cedute al rivenditore australiano

1959

  • la Montblanc cessa la produzione in Danimarca
  • gli impianti americani della Waterman sono venduti alla BIC

1960

  • la Paillard cessa la produzione di stilografiche (?)

1961

  • la Pilot inizia la produzione di penne a sfera

1962

  • la Parker introduce la seconda versione della 61

1963

  • la Onoto cessa la produzione anche in Australia
  • la Reform viene acquisita dai figli di Philipp Mutschler
  • la Sheaffer dismette il logo "Sheaffer'S"
  • la Sheaffer riduce la linea PFM alle sole versioni III e V
  • la Zenith termina le attività

1964

1965

  • la Pagliero cessa l'uso del marchio Stilus (data indicativa, si fa riferimento alla metà degli anni '60)
  • la Parker usa una sezione con filettatura in plastica sulla 75
  • la Rotring assume il cerchio rosso (Rotring) come marchio ufficiale

1966

1967

  • la Venus effettua una fusione con la Esterbrook diventando la Venus-Esterbrook

1968

  • la Parker rimuove lo 0 per la posizione centrale sulla ghiera della 75
  • la Pilot introduces il modello telescopic ?

1970

  • la Brause cessa la produzione di stilografiche
  • la Pelikan introduce il pennino in oro sul modello 30

1971

  • la Fend termina le attività
  • la Pilot introduce la versione in acciaio a strisce della Capless
  • la Jif-Waterman acquisisce il marchio Waterman e diventa la Waterman S.A.

1972

  • la Parker introduce delle terminazioni svasate sulla 75

1973

  • la Bayard termina le attività
  • la Pilot dismette la versione in acciaio a strisce della Capless

1975

  • la Ancora termina le attività

1981

  • la Kaweco fallisce e cessa la produzione

Note

  1. è la data più antica riportata in questa pagina.
  2. la maggior parte della cronologia della Pelikan prende come riferimento il libro Pelikan Schreibgeräte 1929-2004, di Jürghen Dittmer e Martin Lehmann; si sono usate le loro indicazioni anche quando in altri articoli (compresi quelli citati nei riferimenti del sito), vengono riportate date discordanti.
  3. secondo quanto sostenuto in questa pubblicità.
  4. data indicativa secondo quanto riportato da David Nishimura, qui.
  5. le date della cronologia della Kaweco sono tratte principalmente dai dati pubblicati sul sito dell'azienda stessa ([1], non più disponibili) e dalla storia nuovamente pubblicata qui.
  6. la maggior parte della cronologia della Penol deriva dalla informazioni di questo sito.
  7. data indicativa, riferita ad un volantino di quell'anno che riporta Riccardo Amisani come rappresentante generale per l'Italia e colonie.
  8. secondo quanto indicato in questa pagina.
  9. la cronologia della Sheaffer è basata sull'articolo: A HISTORY OF SHEAFFER PEN AND WALTER A. SHEAFFER ITS FOUNDER, pubblicato dalla compagnia stessa, che deve essere considerato la fonte delle informazioni, se non notato altrimenti.
  10. purtroppo, come per molte aziende italiane, i dati storici della Montegrappa sono labili ed incerti, ed alcune date sono soltanto indicative e fanno riferimento non tanto a un anno quanto ad un intervallo di tempo, come la prima o la seconda parte di una decade, o l'inizio, la metà o la fine; per maggiori dettagli si può consultare la cronologia sulla pagina della Montegrappa.
  11. la cronologia Aurora, laddove non riportato altrimenti, prende come riferimento il libro La storia della Aurora dal 1919 ai giorni nostri di Luca de Ponti.
  12. a causa dell'incertezza dovuta alla mancanza di riferimenti documentali, anche a causa della distruzione degli archivi dell'azienda nell'incendio seguito al bombardamento del 1942, molte delle date relative alla Columbus sono puramente indicative e l'anno segnato fa riferimento ad un intero periodo, come la prima o la seconda parte di una decade, o l'inizio, la metà o la fine; per maggiori dettagli si può consultare la cronologia sulla pagina della Columbus.
  13. una brochure della casa fa riferimento al 1926 mentre Werner Rüttinger parla del 1924, dato che la brochure fa riferimento al 1957, data sicuramente errata, per il logo con due pulcini, l'ipotesi più ragionevole (vedi anche questa discussione) è che le date della brochure non indichino l'anno di introduzione, pertanto si è deciso di utilizzare nella cronologia la data proposta da Werner Rüttinger.
  14. le date relative alle introduzioni di modelli e caratteristiche delle penne Ancora sono, per la mancanza di cataloghi e listini, puramente indicative, l'anno usato è una indicazione approssimata, indicata come tale, e fa piuttosto riferimento ad un periodo (con valori che possono essere maggiori o minori fino a due anni rispetto a quello indicato).
  15. Luca de Ponti parla della fine del 1927, Letizia Jacopini del 1929 circa, un volantino dell'esposizione di Torino del 1928 con modelli in celluloide porta ad assumere come corretta la prima data.
  16. i modelli compaiono nel catalogo Conklin del 1930-31.
  17. dalla registrazione del marchio.
  18. secondo De Ponti e Iacopini, Lastruccio e Lambrou (poco credibili) indicano il 1930.
  19. anche se su questa pagina viene indicato il 1934 questa pubblicità del 1933 mostra chiaramente una clip marcata "Edacoto".
  20. l'anno esatto non è noto, si sa solo che è successiva alla versione sfaccettata.
  21. si fa riferimento all'uso del nome Società Anonima Fabbrica Italiana Stilografiche nel deposito del marchio Radius (Reg. Gen. N. 50489).
  22. L. Jacopini in La storia della stilografica in Italia parla del 1938 c.a, ma G. Fichera fa notare che la pubblicità parla di Regno d'Italia il che riporta il tutto ad un periodo antecedente il 1936.
  23. si fa riferimento al periodo di introduzione dei modelli sfaccettati, presumibilmente i primi ad usare questo marchio
  24. secondo quanto riportato da Richard Binder in questo articolo che comunque riporta anche una produzione successiva, testimoniata dalla presenza di un modello con un codice di datazione del 1938.
  25. la data è quella indicata da Luca De Ponti, Letizia Jacopini parla della metà degli anni '30.
  26. secondo Martin Lehemann, vedi questa pagina.
  27. la data è desunta da un articolo pubblicato sull'Illustrazione Italiana, in un inserto dedicato alle produzioni autarchiche, pubblicato sul supplemento al N. 17 del 1938, in cui si riporta la notizia che la produzione nel nuovo stabilimento di Arona sarebbe partita a giorni.
  28. si fa riferimento data di registrazione del marchio, (Reg. Gen. N. 60764).
  29. indicata da Letizia Jacopini.
  30. si suppone l'anno seguente la fondazione della S.I.S.A.
  31. data approssimata, derivata da questa pubblicità.
  32. sulla sezione storica del sito dell'azienda viene citata questa data, ma altri (come Letizia Jacopini in La Storia della Stilografica in Italia 1900-1950) riportano il 1948.
  33. secondo quanto riportato da Dittmer e Lehemann.
  34. si è fatto riferimento a questa pagina.
  35. si è presa quella indicata come ufficiale da Richard Binder in questo articolo.