Calamus

Da FountainPen.
Una Calamus nera

Storia

Alla fine degli anni '40 (si è preso come data indicativa il 1949, ma l'anno esatto non è noto) anche la Ancora, cercando di inseguire le nuove tendenze stilistiche introdotte dalla Parker 51, introdusse un suo modello a pennino coperto, la Calamus, realizzata con caricamento a stantuffo. La penna costituisce in sostanza una evoluzione della Lusso con cappuccio in metallo, e venne realizzata in due diverse versioni, con il pennino completamente o parzialmente coperto.

Si presume che la produzione sia proseguita fino agli anni '50. Non è nota una data di terminazione precisa, assumeremo il 1955, ma l'assunzione è totalmente arbitraria, senza alcun riscontro fattuale ed eseguita ai soli fini della gestione della cronologia.

Caratteristiche tecniche

La Calamus costituisce una novità nella produzione Ancora per l'uso del pennino coperto, particolarmente interessante è la versione con pennino parzialmente coperto per la originale carenatura con la parte superiore in metallo dorato. Il cappuccio è con chiusura ad incastro, effettuato con l'ausilio una rondella metallica dorata che separa il corpo dalla sezione.

Materiali

Le penne di questa serie erano realizzate con il corpo in celluloide a tinta unita ed il cappuccio in metallo laminato oro. Il pennino era in oro a 14 carati.

Sistema di riempimento

Le penne di questa serie utilizzavano tutte il sistema di caricamento a stantuffo.

Versioni

Una Calamus nera

Le penne di questa serie vennero prodotte in quattro diverse dimensioni e quattro diversi colori a tinta unita. Il cappuccio era in metallo laminato oro con una incastonatura in celluloide sulla testa, ed una incisione del logo dell'azienda con la dicitura Ancora sul bordo inferiore, sostanzialmente identico a quello di una Lusso se non per l'uso di un innesto ad incastro. Anche il fermaglio era sostanzialmente lo stesso della Lusso, le versioni iniziali riportano il logo dell'ancora riportato all'interno di un ovale smaltato.

La penna venne prodotta in due versioni, con pennino totalmente o parzialmente coperto. La versione a pennino coperto presenta una carenatura dello stesso colore del corpo recante sulla sommità l'incisione del logo dell'ancora in un ovale. La versione a pennino parzialmente coperto presenta una particolare carenatura la cui parte superiore era ricoperta in metallo laminato. Entrambe le versioni riportano sul corpo l'incisione del nome del modello.

Colori

Le penne di questa serie vennero prodotte in celluloide (?) a tinta unita ed in soli quattro colori: nero, grigio, bordeaux e blu. A questi si aggiunge la versione completamente ricoperta in metallo.

Pennini

I pennini adottati per la serie Calamus sono i tipici pennini sottili senza ali da penna a pennino carenato.

Dimensioni

Versione Lunghezza Altre dimensioni / Descrizione
 ? 1x.x cm 1x mm il cappuccio, 11mm il corpo

Cronologia

Anno Avvenimento
1949 l'azienda introduce le Calamus (data indicativa, sta per la fine degli anni '40)

Riferimenti esterni

Note

Materiale disponibile