Duo-Cart

From FountainPen
Jump to: navigation, search

Storia

Nel 1954,[1] l'Aurora, per contrastare l'avvento massiccio della penna a sfera, lanciò sul mercato la Duo-Cart, una penna economica con caricamento a cartuccia realizzata per il mercato studentesco usando materiali plastici. Le cartucce erano realizzate in polietilene su progetto di Giulio Natta, premio nobel per la chimica.

La caratteristica distintiva della penna, ripresa dal nome, era la capacità di contenere al suo interno una seconda cartuccia di scorta, così da non doversi trovare senza inchiostro. Con lo stesso principio venne realizzata anche la 888, che si può considerare la versione a cartucce della 88.

Non è nota una data di terminazione precisa, assumeremo il 1970, ma l'assunzione è totalmente arbitraria, senza alcun riscontro fattuale ed eseguita ai soli fini della gestione della cronologia.

Caratteristiche tecniche

Schema di una Duo-Cart

La penna riprendeva i principali temi del periodo, con l'uso del pennino coperto ed un cappuccio montato ad incastro, e si distingue dalle altre produzioni del tempo per il sistema originale di gestione della doppia cartuccia. Il cappuccio è con chiusura ad incastro.

Materiali

La penna era realizzata in resina plastica, con cappuccio in metallo laminato.

Sistema di riempimento

La penna era dotata del classico caricamento a cartuccia, che prevedeva però una speciale capacità di gestione di una doppia cartuccia (per tenere la seconda come riserva), da cui deriva il nome della penna.

Infatti le due cartucce venivano tenute insieme all'interno del fusto tramite un apposito manicotto estensore che consentiva di agganciarle una all'altra; inoltre a partire dal fondo del fusto era presente una pallina legata ad una catenella, che restava bloccata sul fondo quando era presente anche la seconda cartuccia, ma diventava libera di muoversi quando questa era assente, in modo di segnalare, con il rumore, la necessità di reintrodurre la seconda cartuccia di ricambio.

Versioni

Le versioni di lusso (con corpo in metallo pregiato, argento o oro) venivano denominate GL (Gran Lusso).

Colori

Pennini

Misure

Nella tabella seguente sono riportate le misure relative alla diverse varianti del modello, sia per quanto riguarda le lunghezze che il peso. I diametri per fusto e cappuccio sono misurati sul loro valore massimo, la sezione invece sul punto di presa, ed il diametro è quindi una indicazione approssimata. I pesi sono a penna scarica (o senza cartucce).

Versione Lunghezza Altre misure: lunghezze, diametri, pesi
Duo-Cart mk1 13.6 cm Diametri: cappuccio 12.7 mm, fusto 12.0 mm; cappuccio: 5.1 cm; calzata 14.9 cm

Indice

Cronologia

Anno Avvenimento
1954 l'azienda introduce le Duo-Cart

Riferimenti esterni

  • [1] Dettagliata storia della Aurora 88 e delle sue evoluzioni
  • [2] Altro articolo sull'Aurora 88 e le sue evoluzioni
  • [3] Panoramica sui vari modelli e varianti dell'Aurora 88
  • [4] Discussione sul forum sui modelli del dopoguerra
  • [5] Discussione sul forum su un possibile rimpiazzo delle cartucce

Note

  1. per la data si fa riferimento a questo dettagliato articolo, si sono trovate indicazioni anche del 1957 come data di lancio, ma questa data è senz'altro sbagliata in quanto una pubblicità della penna compare (vedi questo messaggio sul forum), in una rivista del novembre 1955.

Materiale disponibile