Montblanc 14x

Da FountainPen.
Una 146 in celluloide striata

Storia

Una pubblicità anni '50

La serie 140 di Montblanc venne introdotta nel 1948 in occasione della ristrutturazione della produzione dei modelli che vide l'abbandono di tutti i sistemi di caricamenti alternativi allo stantuffo, con la modifica dello schema di numerazione in cui venne adottato un unico valore, il 4, per la cifra delle decine. La serie 140 fa riferimento ai modelli di prima fascia, caratterizzati dalla qualifica di Meisterstück.

Inizialmente vennero sostitute solo le misure "normali" (corrispondenti alle 132, 134 e 136) mentre la 139 restò on produzione fino al 1952, anno in cui venne introdotta come nuovo modello di punta la 149, da allora sempre rimasta in produzione. Gli altri modelli vennero dismessi nel 1959, con il passaggio alla resina plastica di tutta la produzione Montblanc. Alcuni di essi poi sono rimessi in produzione in anni successivi, ma essendo il wiki limitato alla produzione storica, useremo questa data come temine della produzione (intendendola come applicata alle versioni "classiche" in celluloide).

Caratteristiche tecniche

Le penne di questa serie ereditano le loro caratteristiche tecniche dalla precedente serie di punta 130, di cui costituiscono una ristilizzazione con forme più affusolate. Le penne erano dotate di clip con montaggio ad anello e di chiusura a vite. Le prime versioni sono dotate di un alimentatore piatto, con due semplici scanalature verticali, le versioni successive hanno un alimentatore diverso di forma cilindrica, dotato di diverse scanalature laterali.

Materiale

Le penne di questa serie vennero realizzate inizialmente in celluloide. Le finiture ed il fermaglio erano in metallo dorato, il pennino in oro a 14 carati, l'alimentatore in ebanite. Le versioni successive degli anni '60 vennero realizzate in resina plastica e sono di pregio nettamente inferiore.

Sistema di riempimento

Tutte le penne di questa serie vennero dotate del sistema di caricamento a stantuffo. La serie iniziale utilizzava il caricamento telescopico in ottone e metallo già presente precedente serie 13x, in seguito venne utilizzato un caricamento a stantuffo ordinario realizzato in plastica. In entrambi i casi lo stantuffo era azionato dalla rotazione diretta del fondello, contrariamente a quanto avveniva sulle serie inferiori in cui questo serviva soltanto come copertura per la manopola sottostante.

Versioni

Una 149 con scatola

Le penne vennero prodotte in quattro dimensioni, corrispondenti alle dimensioni dei pennini, e numerate secondo le misure di questi come 142 (piccola), 144 (media), 146 (grande) cui si aggiunse in un secondo tempo (nel 1952) la 149 (oversize). A differenza della precedente serie 130 non esiste una versione di misura 8 analoga alla 138.

Colori

Il colore principale era il nero, con una sezione trasparente a righe, di dimensioni diverse a seconda della versione. Vennero prodotte però anche delle versioni in celluloide striata verde o grigia con corpo semitrasparente ma soltanto per le versioni di dimensione inferiore (142, 144 e 146). Non è chiaro se queste sono state prodotte per un periodo limitato di tempo e solo prima dell'introduzione della 149.

Pennini

I pennini erano in oro 14 carati, realizzati nelle misure 2, 4, 6 e 9.

Dimensioni

Versione Lunghezza Altre dimensioni / Descrizione
142 5" ? come è fatta
144 5" ? come è fatta
146 5" ? come è fatta
149 5" ? come è fatta

Cronologia

Anno Avvenimento
1948 l'azienda introduce le Montblanc 14x
1952 l'azienda introduce le Montblanc 149
1956 l'azienda rimuove l'incisione Montblanc dal cappuccio
1959 l'azienda cessa la produzione in Danimarca
1959 l'azienda dismette tutti i modelli tranne la 149

Riferimenti esterni

Note

Materiale disponibile