Montblanc 26x

From FountainPen
Jump to: navigation, search

Storia

Si ritiene che la serie 260 di Montblanc sia stata introdotta nel 1954 come versione più economica della serie 250.[1] Nel 1957 venne prodotta la seconda versione della penna, con una ristilizzazione del cappuccio.

Non è chiara una terminazione della produzione di questa serie, assumeremo che sia stata interrotta all'incirca nel 1959 con il passaggio totale della produzione alla plastica a stampo come già fatto per la serie 250, anche se questa resta una datazione incerta, adottata a scopo di gestione della cronologia.

Caratteristiche tecniche

Si tratta di una serie più economica rispetto alla 250, che prevede l'uso di un pennino ordinario, ma ne condivide le forme e l'uso della resina plastica con stampo ad iniezione che era stato appena introdotto nella produzione dell'azienda. Nella 264 però, a differenza della 262 dove questo è a incastro come nella serie 250, il cappuccio è con chiusura a vite.

Materiali

Le penne di questa serie vennero realizzate in resina plastica. Le finiture ed il fermaglio sono in metallo dorato, il pennino in oro a 14 carati.

Sistema di riempimento

Tutte le penne di questa serie vennero dotate del sistema di caricamento a stantuffo, in versione normale e non telescopico.

Versioni

Le penne vennero prodotte in solo due dimensioni, corrispondenti alle due dimensioni dei pennini, e numerate secondo le misure di questi come 262 (piccola) e 264 (normale). I due modelli però non si distinguono solo per le dimensioni ed il pennino, è diversa la chiusura del cappuccio (a incastro nella prima, a vite nella seconda) e la veretta che copre il bordo cappuccio (che è liscia nella 264 e traforata con delle V nella 262).

Esistono inoltre almeno due versioni della 264, nella prima versione questa è dotata di una veretta singola che copre il bordo del cappuccio, completamente liscia, e dell'alimentatore piatto e sottile in uso anche sulle prime versioni delle serie 140, 240 e 340. Sul cappuccio è stampigliato longitudinalmente il logo del Monte Bianco che separa la scritta Mont Blanc. Gradazione del pennino e numero della penna sono stampigliati sul fondello.

La seconda versione invece ha sul cappuccio una veretta analoga a copertura del bordo, ma recante l'incisione del nome dell'azienda e del numero del modello (nella forma "Montblanc * 262 *" o "Montblanc * 264 *"), sovrastata da un anellino sottile, in sostanza una decorazione analoga a quella che si trova sulla serie 250; scompare invece la stampigliatura Montblanc longitudinale. L'alimentatore non è più quello piatto.

Colori

Le penne vennero prodotte in colore nero.

Pennini

La serie è caratterizzata da un pennino aperto ordinario in oro 14K. Nella prima versione il pennino reca una scritta arcuata '"MONTBLANC" sopra il logo della stella inscritto in un cerchio lineettato, ed al di sotto, in caratteri molto più piccoli e disposti su tre righe le scritte: "14C", "585" e '"MONTBLANC". Nella seconda versione le stampigliature sono le stesse ma il cerchio che inscrive la stella non è lineettato.

Misure

Nella tabella seguente sono riportate le misure relative alla diverse varianti del modello, sia per quanto riguarda le lunghezze che il peso. I diametri per fusto e cappuccio sono misurati sul loro valore massimo, la sezione invece sul punto di presa, ed il diametro è quindi una indicazione approssimata. I pesi sono a penna scarica (o senza cartucce).

Versione Lunghezza Altre misure: lunghezze, diametri, pesi
262 5" ? come è fatta
264 5" ? come è fatta

Riepilogo delle informazioni disponibili

Si riportano di seguito le informazioni raccolte in riferimento ai modelli trattati in questa pagina, a partire dai dati di cronologia, i riferimenti trovati sul web ed il materiale (foto, pubblicità, documenti) disponibile al riguardo.

Cronologia

Anno Avvenimento
1954 l'azienda introduce le Montblanc 26x
1956 l'azienda rimuove l'incisione Montblanc dal cappuccio
1959 l'azienda dismette tutti i modelli tranne la 149
1959 l'azienda cessa la produzione in Danimarca

Riferimenti esterni

  • [1] Pagina su una 264 sul sito Vintage Montblanc Pens

Note

  1. la datazione del modello è indicativa, viene riportato l'intervallo 1954-1956 per la prima versione della penna in questa pagina, ma senza fonti; la penna prima versione comunque compare in un catalogo datato 1955 e la seconda in uno datato 1957/58, che sono compatibili con quanto indicato, che assumeremo in assenza di fonti più precise.

Materiale disponibile