Montblanc 25x

From FountainPen
Jump to: navigation, search

Storia

Una pubblicità della prima metà degli anni '50

La serie 250 di Montblanc venne introdotta nel 1954.[1] La produzione venne interrotta all'incirca nel 1959 con il passaggio totale della produzione alla plastica a stampo (la data non è nota con sicurezza e viene introdotta come indicativa, anche ad uso della gestione della cronologia).

Caratteristiche tecniche

Si tratta di una serie che presenta molte innovazioni rispetto alle precedenti, come l'uso di un pennino alato (denominato Flugelfeder), l'introduzione della resina plastica ed un cappuccio con chiusura ad incastro su una veretta metallica. La resina plastica però non è delle più robuste, e l'uso del meccanismo ad incastro rende questi modelli piuttosto fragili e facilmente soggetti alla rottura del cappuccio con fessurazioni verticali del bordo dello stesso. Questo in particolare è molto comune con la 256 (che ha il cappuccio più grande) che è molto difficile trovare in condizioni ottimali.

Materiali

Le penne di questa serie vennero realizzate in resina plastica, per lo più nera. Le finiture ed il fermaglio sono in metallo dorato, il pennino in oro a 14 carati.

Sistema di riempimento

Tutte le penne di questa serie vennero dotate del sistema di caricamento a stantuffo, in versione normale.

Versioni

Una Montblanc 252 con pennino OBB.

Le penne vennero prodotte in tre dimensioni, corrispondenti alle tre dimensioni dei pennini, e numerate secondo le misure di questi come 252 (piccola), 254 (media), 256 (grande).

Colori

Le penne vennero prodotte inizialmente soltanto in colore nero, ma in un periodo seccessivo (non è noto l'anno di introduzione) vennero introdotti, ma solo per le versioni di dimensione ordinaria, anche colori alternativi (sempre in tinta unita) come il grigio ed il bordeaux.

Pennini

La serie è caratterizzata da un particolarissimo pennino alato denominato Flugelfeder, che riveste i lati dell'alimentatore. Il pennino venne prodotto solo in tre misure, la 2, la 4 e la 6, utilizzate anche come ultima cifra per indicare i diversi modelli della serie. Lo stesso pennino si ritrova, nelle sole misure 2 e 4, anche nelle serie Montblanc 64x e Montblanc 74x.

Misure

Nella tabella seguente sono riportate le misure relative alla diverse varianti del modello, sia per quanto riguarda le lunghezze che il peso. I diametri per fusto e cappuccio sono misurati sul loro valore massimo, la sezione invece sul punto di presa, ed il diametro è quindi una indicazione approssimata. I pesi sono a penna scarica (o senza cartucce).

Versione Lunghezza Altre misure: lunghezze, diametri, pesi
252 --
254 --
256 --

Riepilogo delle informazioni disponibili

Si riportano di seguito le informazioni raccolte in riferimento ai modelli trattati in questa pagina, a partire dai dati di cronologia, i riferimenti trovati sul web ed il materiale (foto, pubblicità, documenti) disponibile al riguardo.

Cronologia

Anno Avvenimento
1954 l'azienda introduce le Montblanc 25x
1956 l'azienda rimuove l'incisione Montblanc dal cappuccio
1959 l'azienda dismette tutti i modelli tranne la 149
1959 l'azienda cessa la produzione in Danimarca

Riferimenti esterni

  • [1] Storia dei modelli dell'azienda
  • [2] Pagina su una 256 sul sito Vintage Montblanc Pens
  • [3] Presentazione di una 252 (con anche una 254)

Note

  1. questa datazione viene riportata in vari siti tedeschi, ed è confermata da questa pagina di un catalogo dell'aprile 1954, per cui anche se in questa cronologia si parla del 1955 come anno di introduzione in sostituzione della serie 240, la pagina citata consente di affermare con certezza la presenza nel 1954.

Materiale disponibile